ugg bottes
bottes ugg
ugg stiefel
logoriserva.gif (4432 byte)C E N T R O   D I   E D U C A Z I O N E   A M B I E N T A L E

R I S E R V A  N A T U R A L E  S T A T A L E  " L I T O R A L E  R O M A N O "

ENTE GESTORE : ROMA CAPITALE - DIPARTIMENTO TUTELA AMBIENTALE - PROTEZIONE CIVILE

Torna alla Pagina Principale<

 

STORIA

 La Riserva ... un secolo fa!

L’idea del “Parco del Litorale Romano” nacque verso la fine degli anni ‘70.  Varie associazioni   nazionali e locali proposero di salvaguardare e valorizzare l’inestimabile patrimonio naturalistico, archeologico e storico del Litorale Romano per contrastare la forte espansione urbanistica in un’area strettamente a ridosso della più grande metropoli italiana.

Così nel 1982  si costituì ufficialmente un primo comitato promotore. Nel 1986 il WWF prende in gestione i 280 ettari di Macchiagrande di Fregene che, ancora oggi, rappresenta l’unica area realmente gestita e protetta: sicuramente è stata uno stimolo per la creazione della riserva.

Nel 1987 il Ministro dell’Ambiente Pavan emana il Decreto (D.M. n. 428 del 28/7/1987) per l’individuazione della riserva naturale sul litorale da Palidoro a Capocotta prontamente modificato nella più innocua dicitura “individuazione di zone di importanza naturalistica del Litorale romano”.

Il 2/5/1996, data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto Ministeriale istitutivo (del 29/3/1996), gli ambienti naturali, le aree di interesse storico archeologico e  le aree agricole del Comune di Fiumicino e del Comune di Roma, entrano a far  parte della RISERVA  NATURALE  STATALE  “LITORALE  ROMANO”. Un ultimo ostacolo viene mosso contro la Riserva da una sentenza del TAR che invalida il Decreto istitutivo dal mese di ottobre ‘98 a maggio 99.

Questa  in sintesi la travagliata storia che testimonia la difficoltà di difendere l’ambiente.


Chi volesse sapere di più sulla riserva può consultare la relativa sezione del sito del WWF del litorale romano, oppure il sito della LIPU e quello di LitoSIT.

CEA : CASTEL FUSANO VIA DEL MARTIN PESCATORE, 66 - TEL 06.50917817 - FAX 178 270 6015